A parte il nostro orticello e la stampa specializzata, e le pagine della cultura dei giornali (anche quelli importanti) del festival della valle d’Itria non si sa molto. Il grande pubblico non lo sa. Notizia pubblicata dall’Ansa stamani, e non relegata fra le notizie regionali ma pubblicata in prima pagina, quella che per gli internauti è la home page. Ansa che viene letta da milioni di persone e che poi fa rimbalzare le notizie a tutte le redazioni, con potenziale di altri milioni di persone ancora. Un Verdi pressoché inedito è anche il nostro, quello della 39/ma edizione del festival, ma forse non lo sanno neanche a Locorotondo. Come dire, siamo un’eccellenza, ma ce lo diciamo da soli e gli altri fanno i fatti, perché funziona il sistema di comunicazione, che qui appare in disarmo:

Tanta gente ieri sera nella Basilica di San Giovanni Battista di Finalmarina per ascoltare la prima esecuzione moderna di un ‘Tantum Ergo’ recentemente ritrovato proprio nella cittadina rivierasca ed attribuito a Verdi. Artefici della riscoperta il musicologo Flavio Menardi e il compositore Italo Vescovo. La pagina non è autografa, per cui la paternità non può essere certa. Il brano utilizza un tema che Verdi ha usato anche in una lirica da camera giovanile (L’esule). (ANSA)

Commenta su Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Continuando a usare questo sito, siete d'accordo con l'uso dei cookie. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close