La notte angioina sarà stata certamente una trovata fantastica ma se non è piaciuta a tutti, va doverosamente riportato anche il parere di chi ritiene di averla subìta. Ad esempio, chi vicino alla villa Carmine in cui si è suonato per l’intera notte, ci dorme. Ecco la lamentela, sotto forma di un messaggio email, di un residente:

Ore 05, 19 di stamani 12 agosto.
Dopo 6 ore ininterrotte di chitarra elettrica e voce rock simil Jimy Hendrix,  finalmente il quartiere Carmine di Martina trova la pace di una notte ormai andata.
Non si è dormito stanotte. Non si poteva. Qualcuno aveva deciso che si doveva reatare svegli tutti, qui al Carmine e nel centro storico adiacente. Tutti, anche chi alle 5 doveva alzarsi comunque per aprire la salumeria,  il negozio di frutta, il chiosco dei giornali, i tabacchi, il bar, e anche chi doveva prendere il bus per l’Ilva e anche chissà quanti altri.
C’è chi non l’ha potuta farla franca perché anche oggi, lunedì 12 agosto, è dovuto andare a lavorare. Ma stavolta senza avere potuto chiudere occhio. Perché qualcun altro l’ha fatta franca, regolarmente autorizzato da chi usa a proprio piacimento i regolamenti che vietano musica e schiamazzi fino alle 5,19.

(foto: non strettamente connessa alla notizia, fonte virgospizza.com)

Commenta su Facebook
16 pensiero su “Notte angioina? No, notte in bianco”
  1. Lo sceriffo Tonino fa chiudere la musica contro regolamento, ma quando si tratta dei compagni fa molte eccezioni.

  2. Forse anche Martina Franca ha il suo “indispensabile” e splendido centro sociale, a cielo aperto ma sempre centro sociale…..

      1. Cosa ti aspetti da gente che milita in un partito il cui padrone è condannato in via definitiva per reati gravi?

  3. Una minoranza sinistroide non può dettare legge. Che brutta fine a fatto Martina, altro che ripartenza!

  4. Benvenuti nella repubblica del lamento continuo.
    Io invece mi sono svegliato dal divano alle 4,30 (“avevo scappato sonno mentre guardavo la TV”)e sono stato svegliato dalle note di una splendida canzone.
    Compiaciuto e con il sorriso mi sono diretto sul mio letto e mi sono riaddormentanto splendidamente con questa splendida musica.
    Continuate a lamentarvi…ma state attenti che così vi si rovina il fegato.

  5. Saremo asociali ma siamo sempre il 1* partito della città, quindi noi siamo molto numerosi, mentre voi?
    A lamentare il disturbo della quiete pubblica sono stati i cittadini, leggete l’articolo che avete commentato e riflettete sul senso dei vs. Commenti.
    Effettivamente a Martina mancava un centro sociale e, forse, copiare l’arter festa di cisternino è stata una buona idea, cosi come per la festa dello sport istituita da diversi anni nel Lazio; entrambe le manifestazioni sono di sinistra, che a Martina Franca tutta riunita rappresenta il 3* partito!
    Ritengo che la villa del Carmine sia da pulire di sana pianta, personalmente mi sembra un grosso vagone ferroviario imbrattato dai writers. Nulla in contrario, ma ritengo che tale forme di espressione -l’arte è un’altra cosa – vada condivisa in luoghi chiusi come i centri sociali o al massimo sulle pareti esterne degli stessi immobili spesso occupati abusivamente!
    Tranquilli, quello che voi avete imbrattato sarà pulito con i soliti quattrini dei poveri martinesi, diversamente non potrebbero essere utilizzate meglio le tasse!
    Adesso, sfogarvi pure, potete denigrare Berlusconi, il sottoscritto e quindi la maggioranza dei martinesi, tanto kim,slip, Johannesburg,john, caz ecc. siete senza nome e volto! Ad eccezione della replica di qualche assessore e/o consigliere comunale di maggioranza, ritengo l’argomento chiuso. Punto!

    1. Ok, chiuso, punto.
      Solo una curiosità, a proposito di manifestazioni che si tengono a Martina e di cui si parla tanto.
      Quest’anno lei partecipa al festival del cabaret?

    2. E pensare che ora che serviva la giunta ombra per ripararsi dal solleone la stessa e’ diventata alternativa come quella della odiata ALTER fest (e non arter)

  6. Essere il primo partito di una città significa certamente che alle elezioni comunali la maggior parte dei votanti ha preferito alcune persone di quel partito ad altre.

    La prossima volta voterò altre persone. Il mio voto lo darò a chi non mi usa come fossi un oggetto comprato al mercato, una medaglia sul suo giovane petto.

    Chi Le ha detto, sig. Michele FEDELE – Dirigente locale PDL, che io condivido il suo pensiero riguardo alla “Notte Angioina”?

    L’elettore non è un tifoso di calcio. Dovrebbe essere considerato da chi ha legittimi interessi politici una mente pensante e non un pecorone che segue il suono della campana che porta al collo il capo-gregge. Votare un partito, non vuol dire avere la tessera a vita o dare la delega permanente.

    Buona fortuna nella sua, Le auguro lunga, carriera politica.

    Martino da Martino

    La campagna elettorale è finita!

  7. Martino da martina, la rigrazio per gli auguri,gentilissimo.
    Francamente,peró,non capisco il suo commento,nessuno ha parlato a suo nome o a nome del PDL.I miei commenti sono a titolo personale,a dimostrazione della liberta di pensiero e di parola nel coordinamento cittadino, per tale motivo, se lei ritiene opportuno, le porte del coordinamento sono aperte per qualsiasi confronto democratico con tutta la cittadinanza,quindi anche per lei.
    Cordialita

  8. Forse non mi sono spiegato e con carità cristiana le rispondo…….rilegga tutto a partire dal suo primo commento, probabilmente, si renderà conto che io ho risposto,educatamente e senza retorica,alle sue insinuazioni, quindi, preciso che specificare la propria qualifica, a mio modesto parere, non comporta la rappresentanza di nulla. Le note stampa a nome e per conto del PDL sono firmate coordinamento cittadino o dai coordinatori;mi sono spiegato o non mi sono spiegato!
    Con riferimento al suo primo commento, le ripeto: se ritiene opportuno può partecipare,condividere ed essere partecipe del e nel PDL, diversamente, rispetti l’intelligenza altrui e soprattutto di chi legge questo notiziario.PUNTO Martino da Martina…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Continuando a usare questo sito, siete d'accordo con l'uso dei cookie. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close