Queste le richieste del presidente della Cia Giuseppe Politi: Bruxelles deve attivare risorse adeguate per debellare il batterio “Xylella fastidiosa” e dare risposte agli agricoltori che hanno subito gravi danni

Qualche giorno fa abbiamo segnalato l’emergenza causata dal batterio denominato “Xylella fastidiosa” per gli ulivi del Salento ed avevamo saputo dal consigliere regionale Laddomada di una task force di esperti per studiare il fenomeno e limitarne i danni. A questo proposito, pubblichiamo una nota stampa della CIA Puglia con la quale il presidente Politi chiede all’Unione Europea di attivare risorse adeguate per debellare il batterio e fornire le risposte necessarie agli agricoltori che hanno già subito molti danni. Di seguito le parole di Giuseppe Politi:

“Quella degli ulivi del Salento, colpiti dal batterio ‘Xylella fastidiosa’, è un’emergenza alla quale deve far fronte l’Unione europea. Non può essere unicamente un problema regionale né nazionale. Bruxelles deve intervenire in tempi rapidi attraverso stanziamenti di risorse che permettano di contrastare la propagazione della malattia e di sostenere i redditi dei produttori che stanno subendo gravi conseguenze”. La richiesta è stata avanzata dal presidente della Cia-Confederazione italiana agricoltori Giuseppe Politi, fortemente preoccupato per una situazione che ogni giorno di più sta diventando allarmante e rischia di divenire drammatica.

 “Finora -ha aggiunto Politi- sono circa ottomila gli ettari di uliveti contaminati nel Salento. E tra questi moltissimi quelli secolari, che rappresentano un patrimonio non solo produttivo, ma anche ambientale, paesaggistico e culturale. Sono, purtroppo, a rischio tra i 5 e i 6 mila alberi d’ulivo. Una vera tragedia per l’agricoltura della zona e del nostro stesso Paese. Da qui l’urgenza di un’azione a livello comunitario. La Commissione esecutiva deve fornire pronte risposte agli olivicoltori che stanno vivendo un momento molto difficile”.

“Per questa ragione -ha rimarcato il presidente della Cia- apprezziamo l’iniziativa del presidente della Commissione Agricoltura del Parlamento Paolo De Castro che ha presentato un’interrogazione alla Commissione Ue e inviato una lettera al commissario europeo all’Agricoltura Dacian Ciolos per sollecitare l’intervento dell’Esecutivo comunitario. Allo stesso modo riteniamo importante anche l’azione del ministro delle Politiche agricole Nunzia De Girolamo che ha sollecitato il commissario europeo alla Salute Tonio Borg ad attivare al più presto il fondo di solidarietà comunitario per le emergenze fitosanitarie”.

“L’Ue -conclude Politi- deve muoversi con tempestività con stanziamenti adeguati da poter sostenere gli sforzi già messi in atto sia a livello nazionale che regionale per cercare di eradicare la ‘Xylella fastidiosa’. E non solo. Bisogna anche intervenire nei confronti dei produttori che sono alle prese con danni rilevanti che si ripercuoteranno in maniera pesante sui redditi”.

Commenta su Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Continuando a usare questo sito, siete d'accordo con l'uso dei cookie. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close