E’ avvenuto a Martina Franca, durante il Consiglio Comunale.  Una importante discussione sul Bilancio riguardante il Piano delle opere pubbliche, la Consigliera  Elena Convertini del centrosinistra ha chiesto di mettere ai voti la richiesta di sospensione del Consiglio Comunale perchè doveva andare al bagno ed essere accompagnata dalla capo gruppo del PD Nunzia Convertini,  perchè avrebbe problemi di sciatica. In realtà, come potete vedere dalla foto con il cerchio rosso,  in precedenza aveva lasciato tranquillamente la sua poltrona, ed abbandonare la stessa aula consiliare, non è stato necessaria la sospensione. Il Presidente del Consiglio ha messo ai voti l’insolita richiesta, forse unica in Italia, passata con il voto dei Consiglieri di Maggioranza. Un precedente questo che, se attuato anche in Parlamento, porterà a sedute lunghe, almeno di un mese. Gli increduli Consiglieri maschi quando hanno avuto le stesse esigenze, hanno dichiarato di essersi allontanati, msi sarebbero pentiti di non aver fatto sospendere, loro volta, il Consiglio comunale. C’è una prima volta su tutto, magari da Martina Franca un precedente nazionale. Per la cronaca la sospensione è durata per una quindicina di minuti, il tempo necessario

Commenta su Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Continuando a usare questo sito, siete d'accordo con l'uso dei cookie. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close