“Avete letteralmente copiato la mia idea e tu avevi detto che non ti piaceva“, inizia così lo sfogo di Benvenuto Messia nella Sala Consiliare, durante la presentazione degli eventi e del nuovo video su Martina Franca, autore Cesare Orlando ,  lo  stesso che ha realizzato gli  spot di Franco Ancona durante la sua campagna elettorale in particolare quello dove una Consigliera comunale si appartava con una attivista, evidentemente per fare sesso, coprendo i vetri con il programma elettorale del Sindaco. La lite tra il “Messia” e l’Assessore, visibile sul VIDEO fatto registrare dallo stesso, fa letteralmente saltare i nervi a quest’ultimo tanto che cerca di calmare l’anziano fotografo: “Ne parliamo in privato”.   Ma cosa è realmente accaduto? Benvenuto Messia viene contattato dal grafico che sta, per conto dell’Assessore Coletta, realizzando la grafica per gli eventi invernali. Messia gli presenta una sua foto di un lampione martinese con sopra la neve,

suggerendogli, come ogni buon creativo l’idea da mettere in atto per la campagna pubblicitaria. Passano alcuni giorni senza avere risposta, Ben va a chiederla direttamente al grafico e si sente rispondere: “All’Assessore non è piaciuta l’idea”. Il fotografo se ne fa una ragione, consapevole che potevano esserci idee migliori della sua. Passa qualche settimana e sul volantino, guarda caso, c’è una foto ‘tale e quale’ quella proposta da Benvenuto Messia, con lo stesso soggetto, ma scattata da un altro fotografo. Praticamente l’idea era la medesima, le foto sembrano uguali anche se realmente non lo sono perchè scattate da due fotografi diversi. C’è da dire che il secondo fotografo al quale l’Assessore va a chiedere personalmente la foto similare, non conosce il precedente, tanto che glie la regala. Da quì la rabbia del Messia che dice: “Come? Dite che non vi piace l’idea e poi la realizzate esattamente come ve l’avevo proposta io! E’ un plagio”. Coletta cerca di fare lo  scaricabarile cercando di addossare le responsabilità ad altri, mentre il fotografo infuriato lascia l’aula consiliare dimenticandosi anche il berretto per poi riprenderlo dopo qualche minuto. Riuscirà il Messia a perdonare Stefano Coletta? Forse dipenderà dal precetto pasquale, ma in un caso come questo, a Striscia la Notizia, direbbero: Che figura di m….!

Commenta su Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Continuando a usare questo sito, siete d'accordo con l'uso dei cookie. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close