Non c’è la Mara Carfagna, fermata dalla neve a Salerno e con la necessità di dover rientrare la sera stessa. Non c’è la diretta con Silvio Berlusconi che a quanto pare è stato fermato da una laringite. Non c’è il pienone al Teatro nuovo, sicuramente a causa del maltempo, ma secondo noi all’impossibilità di parcheggiare nel raggio di un chilometro e per la paura di farsela a piedi con il ghiaccio. Sul palco aprono il coordinatore cittadino Giacomo Conserva che riepiloga il programma e l’ex candidato Sindaco Pino Pulito che dopo aver definito eroe il pubblico che ha sfidato le intemperie ha esortato a votare Forza Italia senza se e senza ma, dando appuntamento al 21 Marzo per quella che potrebbe essere la svolta amministrativa della città, nella quale ha dichiarato è stato approvato un bilancio insufficiente per le esigenze della povera gente. Quindi sul palco sono saliti i candidati dei collegi di Camera e Senato On. Gianfranco Chiarelli e Maria Francavilla, la candidata al Plurinominale di Forza Italia, Vincenza Labriola, eletta nel 2013 in M5s che, chi meglio di lei, poteva far emergere tutte le contraddizioni del Movimento di Di Maio sull’Ilva. Chi ha conquistato, a braccio come un autentico anchorman  tutto il teatro, ricevendo applausi scroscianti è stato il Coordinatore regionale di Forza Italia Gino Vitali, “Dobbiamo innanzitutto convincere di andare a votare, soprattutto i giovani, prima ancora di votare un determinato partito” , ha esordito il coordinatore candidato al Senato, ” Bisogna votare i nostri candidati Chiarelli e Labriola, ma soprattutto il simbolo Forza Italia. Basta solo quello. il programma di Berlusconi è semplice: Occupazione ed ha già dato prova di essere l’unico in grado di diminuire la disoccupazione. Durante il suo Governo riusci ha dare un milione e seicentomila posti di lavoro, questo certificato dall’Università di Siena. Mi fa ridere Di Maio che non è stato capace di trovarsi lui un lavoro ed ora pensa di darlo ai giovani. Berlusconi è stato l’unico a raddoppiare le pensioni, i cui aumenti sono fermi da allora ed il nostro programma ne prevede altri. Solo con la flax tax si può rimettere in moto l’Italia. Con una tassazione fissa per tutti al 23% e l’esenzione per redditi al di sotto dei 10.000 euro. Dobbiamo incentivare gli imprenditori a tornare in Italia, quelli che hanno declocalizzato e loro aziende e tornare ad investire. La ripresa parte da loro che non sono ‘l’altra parte’ come il Governo ha voluto far credere” Vitali ha parlato di salute, di un reddito dignitoso per le mamme raggiunti i 65 anni. Ma soprattutto a non lasciare in mano il Paese a gente senza nè arte nè parte e senza alcuna competenza. “Regione e Comuni da oltre 15 anni sono nelle mani della sinistra”. Infine ha ammesso gli errori commessi in passato di una coalizione disunita che ha lasciato i Governi alla sinistra E’ stato un fiume in piena l’avvocato di Francavilla Fontana. La campagna elettorale è oramai alle battute finali.

Commenta su Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Continuando a usare questo sito, siete d'accordo con l'uso dei cookie. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close