Continua la lenta agonia di Taranto, oggi a dare il ” colpo di grazia” ad una città ormai stremata, una notizia Ansa che riporta quanto segue :  Nel sottosuolo di un’area dell’ Acciaieria 1 dell’Ilva di Taranto, dove dovrà sorgere il nuovo impianto di aspirazione, i carabinieri del Noe di Lecce hanno rinvenuto oli0, catrame e altre sostanze. La scoperta è stata fatta durante sopralluoghi nelle zone interessate ai lavori previsti dall’Autorizzazione integrata ambientale. Sulla base del rapporto dei carabinieri, la procura ha aperto un’inchiesta.
Era stato il sindacato Usb a segnalare forti odori di idrocarburi. Sette gli indagati tra dipendenti dell’Ilva e di una ditta di manutenzione per l’ipotesi di smaltimento illecito di rifiuti.

Commenta su Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Continuando a usare questo sito, siete d'accordo con l'uso dei cookie. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close