La SS. 172 è  famigerata per via di incidenti stradali mortali. Da anni si attendono interventi per cercare di renderla meno pericolosa. Il consigliere comunale del gruppo SEL, interviene sull’argomento:

“Seguo con particolare dedizione ed attenzione la vicenda dell’ammodernamento della SS. 172 che dovrà portare l’Anas a bandire l’appalto integrato in brevissimo tempo. Ricordo che parliamo della costruzione di una quarta corsia sull’Orimini, dell’assestamento di tutta la strada che conduce a Martina Franca e della realizzazione di 4 rotatorie tra cui, sicuramente la più importante per il nostro territorio, quella nei pressi della Cantina Di Marco in Via Locorotondo. La realizzazione di una frequentata stazione di servizio, di un centro commerciale nelle immediate vicinanze e l’allargamento dei sottopassi della zona, producendo ancora maggiore traffico veicolare, impongono l’immediata messa in sicurezza di quell’incrocio. Da dicembre 2013 tutto è pronto per cantierizzare l’opera ma ancora non abbiamo visto nulla di concreto. Ecco perchè giovedi ho incontrato l’ing. Nacci, dirigente romano dell’Anas, per ribadire con forza l’urgenza di bandire l’appalto ed iniziare i lavori proprio con la rotatoria di Via Locorotondo. Giovedì stesso ho incontrato il neo assessore regionale Donato Pentassuglia – a cui va dato il grande merito per esser giunti al progetto definitivo di quest’opera – il quale mi ha rassicurato dicendomi di aver avuto dal compartimento Anas di Bari e di Roma ampie garanzie in merito all’inizio delle operazioni di gara. Tuttavia non mi ha nascosto qualche problema dal punto di vista procedurale che riguarda l’ambito degli uffici regionali pugliesi, quindi insieme abbiamo concordato che nel caso di mancata e definitiva risoluzione dell’ennesima bega burocratica riguardante il nostro territorio, daremo vita a delle clamorose forme di protesta per vedere rispettato il diritto dei nostri cittadini alla sicurezza stradale ed alla vita. Su questo tema non siamo disposti a cedere di un millimetro”.

Commenta su Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Continuando a usare questo sito, siete d'accordo con l'uso dei cookie. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close