Il partito democratico ha contestato l’attribuzione dei seggi in Puglia. I democratici in particolare, rivendicano il diritto a 23 seggi alla Camera per la coalizione vincente le elezioni, anziché i 21 complessivi ottenuti secondo la ripartizione effettuata dal ministero dell’Interno.

Il discorso non dovrebbe comunque riguardare, neppure indirettamente, Gianfranco Chiarelli, eletto all’ottavo posto del Pdl, il penultimo seggio utile. Qualora dovesse passare la linea dei primi quattro non eletti Pd, che hanno presentato ricorso (fra essi Ludovico Vico, tarantino) il rischio per Chiarelli dovrebbe essere nullo.

Commenta su Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Continuando a usare questo sito, siete d'accordo con l'uso dei cookie. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close